L’inquinamento è uno dei problemi che più stanno facendo soffrire l’ecosistema terrestre. Viviamo infatti in un’epoca in cui l’equilibrio tra l’essere umano e l’ambiente circostante è fortemente compromesso dall’attività industriale e dalla diffusione sempre più capillare di elementi inquinanti nelle attività quotidiane.

Per cercare di equilibrare la situazione è stato firmato nel 2005 a Kyoto un trattato tra i grandi della terra, che prevede l’impegno a limitare nel corso dei prossimi anni l’inquinamento delle nazioni industrializzate. A questo accordo però, USA, Cina e India non hanno preso parte, e la loro mancata inclusione compromette fortemente qualsiasi risultato raggiungibile.

Ma cosa significa inquinamento? Significa in primo luogo immissione nell’atmosfera terrestre di quantità eccessive di anidride carbonica (CO2). L’atmosfera terrestre tende naturalmente a conservare questo gas perché trattiene il calore del sole e permette di mantenere la terra ad una temperatura mite. Ma l’immissione di quantitativi fuori controllo, sta portando ad un aumento della temperatura del pianeta non regolato più dalla natura, cosa che sta causando lo scioglimento di ghiacciai, l’innalzamento dei mari ed altri scompensi climatici.
Il risultato infatti è che oggi la produzione di CO2 non viene più sufficientemente compensata dalle risorse naturali del pianeta, in primo luogo le piante, provocando gravi squilibri al clima.


SPAZIOCENTODIECI ha deciso di fare la sua parte per combattere questo fenomeno ed ha deciso di cambiare gestore per l’enerigia Elettrica aderendo all’iniziativa IMPATTO ZERO ® di LifeGate Energy, che prevede la creazione di nuove foreste nel mondo per bilanciare l’inquinamento.

In questo modo i tanti kg di CO2 prodotti dal nostro studio e dalle attrezzature fotografiche che noi e i nostri clienti usano tutti i giorni, da questo momento saranno compensati completamente dalla creazione di migliaia di mq di foresta in Costa Rica.

L’energia rinnovabile è più sostenibile di quella da fonti fossili perché per produrla si utilizzano risorse come l’acqua, il sole, il vento, che si rigenerano continuamente in modo naturale. La costruzione degli impianti rinnovabili, però, così come le attività legate alla vendita e all’amministrazione di tale energia, comportano inevitabili emissioni di CO2 in atmosfera: ad esempio, secondo le stime effettuate da LifeGate, per ogni KWh proveniente da centrali idroelettriche, le emissioni di anidride carbonica sono pari a 23,24 grCO2eq.

Per rendere il ciclo dell’energia rinnovabile totalmente pulito, LifeGate Energy si avvale del progetto Impatto Zero ®: in pratica, l’anidride carbonica generata dalla filiera produttiva e gestionale della fornitura è stata compensata contribuendo alla creazione e alla tutela di foreste in crescita capaci di riassorbirla. Un’attenzione in più, una scelta importante, che permette di tutelare al meglio l’ambiente diventando protagonisti del futuro sostenibile.